12 Feb 2021 Meeting online – Una dolce serata con Sara Brancaccio

Una dolce serata con Sara Brancaccio

“La vita ci lascia degli indizi, dei puntini: li distribuisce nel corso degli anni e solo noi possiamo coglierli. Per scoprire cosa sei destinato a fare, puoi solo collegare a ritroso i puntini”.

È cominciata con questa frase di Steve Jobs la serata che il nostro Club ha dedicato a Sara Brancaccio, una giovane blogger pisana che si sta affermando sempre di più nel mondo della cucina, con particolare riferimento al settore dei dolci.

L’idea della serata è stata di mia moglie, che, venuta a sapere dell’intenzione del nostro Presidente di vivacizzare la vita del Club con degli incontri, seppure virtuali, con i soci, ha pensato che Sara potesse essere l’ospite giusto per una serata di intrattenimento e di spensieratezza.
A parte il fatto (non trascurabile…) di essere la figlia di Alessandro Brancaccio, ovvero colui che è stato il mio diretto superiore per gli oltre 20 anni di servizio presso il CISAM (Centro Interforze Studi per le Applicazioni Militari) di San Piero a Grado, Sara, con la sua storia ed il suo entusiasmo, aveva infatti tutte le caratteristiche per farci passare un’ora serena insieme.

La serata, trasmessa in diretta via Internet, ha visto la partecipazione anche delle nostre signore e di alcuni ospiti esterni. A fare gli onori di casa, il Presidente Valerio Olmi, che, dopo i saluti, ha sintetizzato la breve ma intensa carriera di Sara.
La nostra ospite, laureata in Giurisprudenza, ha presto chiuso la laurea in un cassetto ed ha coronato il suo sogno di aprire una bakery.
Il termine viene dall’inglese “to bake”, che vuol dire letteralmente cuocere in forno e significa, in sostanza, un locale adibito alla creazione e alla vendita di dolciumi e prodotti da forno. In particolare, Sara nel 2013 ha aperto la Cookiss Bakery a San Piero a Grado, alle porte di Pisa. Anche il nome del negozio denota tutta la creatività di Sara, essendo un perfetto mix di “cookie”, ovvero i classico biscotto tondo con gocce di cioccolato di origini americane, e di “kiss”, ovvero il bacio.

Una dolce serata con Sara Brancaccio

Da lì, un misto di momenti esaltanti e di delusioni: dall’apertura di un nuovo e impegnativo negozio in pieno centro a Pisa e la nascita della splendida figlia Elena durante un avventuroso viaggio verso l’Expo di Milano alla chiusura dei negozi per dedicarsi proprio alla figlia ed ai conseguenti momenti di crisi ed impotenza; dalla voglia di rimettersi in gioco, seguendo corsi di food photography e partecipando alla trasmissione Il ristorante degli chef su Rai 2, fino alla pubblicazione di un libro tutto suo (“Dolci senza bilancia”) ed alla partecipazione alla trasmissione “E’ sempre mezzogiorno” di Rai 1 con Antonella Clerici.
Tanti puntini, appunto, apparentemente scorrelati tra loro, ma che, uniti, individuano una strada, un percorso.
È stato quindi il mio turno, nelle vesti di conduttore della serata. Con un intenso scambio di domande e risposte, abbiamo rivelato e discusso altri aspetti della sua vita e ci siamo soffermati, soprattutto, sul suo libro e sul suo attuale impegno televisivo, estremamente stressante ma altrettanto entusiasmante.
La parte più interessante della serata è stata però quella che ha visto Sara “all’opera”, ovvero quando ci ha guidato nella preparazione di un dolce conosciutissimo, ma con tanti aspetti ancora da scoprire: la mousse al cioccolato. Sara ci ha raccontato tutti i trucchi per ottenere la consistenza ideale ed evitare gli errori più comuni ed ha lasciato tutti con l’acquolina in bocca.
Si è quindi messa a disposizione delle numerose signore presenti che l’hanno sottoposta ad una scarica di domande sui più svariati argomenti di cucina, dalle crostate ai nostri classici “cenci”, alle quali la nostra graditissima ospite ha risposto con competenza ed ironia.
Davvero una serata… dolcissima!

Piero Fontana